1
Smaltimento Inerti

Smaltimento Inerti

Rifiuti inerti: cosa sono?

inerti
inerte

La definizione di rifiuti inerti comprende tutti gli scarti da costruzione o demolizione che non subiscono trasformazione fisica nel corso del tempo e che, pertanto, sono destinati ad accumularsi nell’ambiente. Per questo la loro corretta raccolta è fondamentale al fine di limitarne l’impatto ambientale.

Smaltimento Rifiuti Inerti: come avviene

I rifiuti inerti possono venire prodotti sia dal lavoro di imprese edili, sia durante i piccoli o grandi interventi di ristrutturazione che possono venire realizzati anche tramite il fai da te: ecco perché è importante conoscere bene questa categoria di scarto e sapere come gestire i rifiuti che ne fanno parte.

Mattoni, mattonelle, calcinacci, tegole, lastre in cemento, terre e rocce, sanitari in ceramica privi dei materiali metallici, materiali di costruzione sono da considerarsi rifiuti inerti: se è vero che le imprese edili hanno a disposizione crescenti mezzi per lo smaltimento autonomo di una parte di tali scarti, anche il privato ha alcune responsabilità.

Rifiuti inerti: come smaltirli?

A differenza dei rifiuti solidi e dei rifiuti speciali, i rifiuti inerti hanno un impatto ambientale limitato, pur costituendo scarti di difficile, o quantomeno lentissimo, smaltimento. Per queste ragioni, essi sono destinati a specifiche aree di stoccaggio o recupero e discariche attrezzate. Per lo smaltimento di tali rifiuti, dunque, è importante prima di tutto individuare l’isola ecologica autorizzata alla loro raccolta alla quale fare riferimento, in base alla zona d’abitazione e di produzione degli scarti. A seconda del tipo di rifiuti, gli inerti possono essere destinati a specifici impianti di trattamento.

Vedi anche  Prezzo del Ferro al Kilo, Quotazione dei Rottami Ferrosi, Ritiro del Ferro Vecchio

Se i rifiuti inerti sono di dimensioni e quantità contenute, è possibile organizzare il trasporto in modo autonomo, concordando la consegna secondo i tempi, gli orari e le modalità previste dal sito di raccolta. Se, invece, i rifiuti sono molto ingombranti e difficili da trasportare, non resta che concordare la raccolta tramite un’azienda specializzata, la quale si farà carico del trasporto dei rifiuti e della loro destinazione al corretto stoccaggio.