Compost Balcone

Compostaggio domestico
Il compostaggio domestico permette di recuperare gli scarti alimentari per trasformarli in concime, subito riutilizzabile. La produzione di compost domestico permette, da una parte, di ridurre i costi legati alla raccolta e allo smaltimento dei rifiuti e, dall’altra, consente a chi si dedica a questa attività di risparmiare sull’acquisto di compost e concimi.

Per queste ragioni il compostaggio domestico è una pratica sempre più incentivata e nella quale decide di cimentarsi un numero crescente di persone. Talvolta si è portati a pensare che il compostaggio domestico sia pratica esclusiva di chi possiede un giardino o un appezzamento di terra: in realtà, si possono sfruttare anche piccole compostiere da balcone per smaltire gli scarti alimentari domestici e per avere a disposizione una quantità di compost sufficiente a nutrire le piantine di casa.

Compost sul balcone

Compost sul balcone: la compostiera e i cattivi odori
Molto spesso, a fare da freno al posizionamento di una compostiera sul balcone, vi è la paura della diffusione di cattivi odori. In realtà, questo spiacevole effetto collaterale può essere prevenuto in diversi modi. Innanzitutto, è consigliabile produrre compost sul balcone sfruttando una compostiera adeguata, evitando il fai da te e optando, invece, per un prodotto in grado di offrire massimo contenimento degli odori e perfetta areazione interna. Aggiungiamo una posizione riparata dalle piogge e dal sole estivo a picco, e i rischi sono in buona parte scongiurati.

Vedi anche  Smaltimento Caldaia

Proprio l’areazione interna è fondamentale per la prevenzione della formazione di un buon compost, e dunque di un prodotto dalla scarsa diffusione di cattivi odori. Un compost ben miscelato lo si può riconoscere proprio per la scarsità di odore che esso emana: se il compost sul balcone puzza molto, significa che qualcosa non va.

Compost sul balcone come fare

Come fare del buon compost sul balcone
A questo punto, non resta che dedicarsi in modo concreto alla produzione del compost sul balcone: gettare in modo indiscriminato i rifiuti umidi, infatti, non basta ad assicurare un buon risultato. Una delle precauzioni più importanti è quella di mantenere sempre un equilibrio tra gli scarti secchi e quelli maggiormente ricchi di umidità. Infatti, materiale troppo secco avrebbe tempi di degradazione estremamente dilatati, mentre scarti troppo liquidi favorirerebbero la diffusione di cattivi odori e creerebbero compost di cattiva qualità.

Regolarmente, il compost e le sostanze poste a compostare devono essere rivoltate, per permettere la giusta areazione e per controllare che il processo stia avvenendo a regola d’arte. Per limitare la proliferazione di microrganismi o la presenza di insetti, invece, si consiglia di introdurre scarse quantità di scarti animali o di frutta e verdura cotte. Per scoprire maggiori dettagli su come compostare al meglio, ecco quattro consigli.