Sacchi Raccolta Differenziata Colori

Sacchi raccolta differenziata: l’umido

sacchi differenziata 300x168 - Sacchi Raccolta Differenziata ColoriI sacchi per la raccolta differenziata non sono tutti uguali: come visto in questo precedente post, non sempre la scelta dei sacchetti per l’umido si rivela priva di insidie: va sempre tenuta a mente la distinzione tra materiali biodegradabili e materiali compostabili, ricordando che solo i secondi sono utilizzabili come sacchetti per l’umido. Anche acquistando i sacchetti al supermercato, è importante quindi verificare le indicazioni del produttore riguardanti il materiale e l’utilizzo dei sacchetti.

In linea generale, i sacchetti per l’umido sono semitrasparenti e di un colore leggermente verdastro. Proprio il colore del sacchetto è un elemento indicativo del suo corretto utilizzo. Purtroppo, non esiste una normativa nazionale univoca che abbini un colore ad ogni tipologia di rifiuto, tuttavia è possibile individuare le convenzioni più diffuse sul territorio.

Sacchi raccolta differenziata: ogni rifiuto ha il suo colore

  • Bianco o verde molto chiaro: E’ il colore dei sacchi per l’umido, che raccolgono tutti i rifiuti organici.
  • Giallo: E’ il colore dei sacchi per la raccolta differenziata della plastica, rigorosamente pulita.
  • Azzurro: E’ il colore dei sacchi per la carta e per il cartone, che possono essere riciclati soltanto se non plastificati e privi di residui di cibo.
  • Grigio: E’ il colore per i rifiuti inorganici e indifferenziata: qui vanno gettati tutti i rifiuti che non possono essere riciclati.
Vedi anche  Sacchi umido: 5 trucchi per eliminare il cattivo odore

Sacchi raccolta differenziata: quali alternative?

A volte può capitare di essere a corto di sacchi per la raccolta differenziata, ma di dover comunque gettare dei rifiuti. In questi casi, è possibile sostituire i sacchi con dei contenitori che rispecchino comunque le caratteristiche del tipo di rifiuto da smaltire.

Questo significa che, nel caso della carta, il sacco preposto alla sua raccolta può essere sostituito con una borsa di carta, oppure una scatola di cartone, a condizione che il contenitore scelto non sia plastificato, non presenti parti realizzate con altri materiali e non sia sporco né di cibo né di altre sostanze che possono rendere difficoltoso il riciclo.

Allo stesso modo, anche i rifiuti in plastica possono essere gettati in borse dello stesso materiale, purché si abbia la certezza che le borse stesse siano realizzate in plastica riciclabile. In caso contrario non potranno essere utilizzate come contenitori ma dovranno essere smaltite in modo corretto.

Come visto, per quanto riguarda l’umido i sacchi potranno venire sostituiti unicamente da borse e contenitori che riportano chiare indicazioni riguardo al fatto che sono compostabili: se sono solo biodegradabili, invece, non sono adatti alla raccolta all’interno del contenitore dell’umido ma andranno raccolti separatamente.