Rifiuti ingombranti: come avviene il ritiro rifiuti ingombranti?

Rifiuti ingombranti: come avviene il ritiro rifiuti ingombranti?

Cosa si intende per rifiuti ingombranti?

Gli ingombranti sono una particolare tipologia di rifiuti che, a causa delle loro dimensioni, non possono essere gestiti dal servizio di raccolta di rifiuti ordinario. In questa tipologia di rifiuti rientrano ad esempio mobilielettrodomestici, dispositivi tecnologici ed elettronici, materassi, arredi da ufficio, biciclette e giocattoli molto voluminosi come peluche giganti.

Rifiuti ingombranti: come avviene il ritiro rifiuti ingombranti?

Questi rifiuti non possono essere gestiti dalla raccolta ordinaria sia per le dimensioni notevoli degli stessi, sia perchè nella maggior parte dei casi questi oggetti sono composti da diversi materiali e, per poter essere riciclati, devono prima essere disassemblati. Basti pensare ai famosi rifiuti ingombranti Napoli.

La definizione di rifiuti ingombranti copre sia i rifiuti domestici urbani, come ad esempio i mobili o i dispositivi elettronici usati, sia i rifiuti prodotti da attività commerciali e uffici, come arredi dismessi, poltroncine da ufficio o vecchi computer.

Come si avviene il ritiro rifiuti ingombranti?

Questi rifiuti non vengono ritirati durante i passaggi ordinari della raccolta rifiuti. Per farli ritirare è necessario contattare il proprio Comune o l’azienda che gestisce per esso i rifiuti, in caso di rifiuti urbani, oppure un’azienda specializzata che si occupi del prelievo e dello smaltimento. In quest’ultimo caso sarà necessario prendere un appuntamento con gli incaricati dell’azienda, che poi provvederanno in tutta autonomia a prelevare i rifiuti ingombranti e trattarli secondo gli iter previsti dalla legge, differenti per le diverse tipologie di rifiuti e di materiali. Rivolgersi ad un’azienda specializzata come discarica.it permette di poter contare su un servizio di rimozione dei rifiuti rapido ed efficiente. L’azienda garantisce inoltre il totale smaltimento degli stessi secondo le norme di legge e fornisce al cliente tutta la documentazione prevista sia per il trasporto che per lo smaltimento dei rifiuti ingombranti.

E quando gli ingombranti sono RAEE?

I RAEE (rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche) si possono in alcuni casi considerare dei rifiuti ingombranti, come nel caso di grandi elettrodomestici, ad esempio lavatrici e frigoriferi, oppure di computer o televisori voluminosi. I RAEE richiedono comunque un trattamento speciale, indipendentemente dalla dimensione dei dispositivi, perchè molte di queste apparecchiature contengono sostanze considerate tossiche per l’ambiente e nocive per le persone. Tutti i rifiuti RAEE, di qualsiasi dimensione o tipologia, vanno quindi smaltiti tramite un’azienda specializzata che si occupi del recupero differenziato dei diversi materiali che compongono il dispositivo e del trattamento delle sostanze tossiche o pericolose.

Quanto costa lo smaltimento di rifiuti ingombranti?

Il costo dello smaltimento di rifiuti ingombranti dipende da diversi fattori, principalmente dalla tipologia dei rifiuti e dalla loro quantità. Contattando direttamente gli incaricati di discarica.it, sia telefonicamente che via mail, è possibile ottenere preventivi personalizzati, e, se necessario, dei sopralluoghi gratuiti per l’identificazione dei rifiuti ingombranti da smaltire e una prima quantifica della loro dimensione. In questo modo il tecnico incaricato del sopralluogo potrà stilare un preventivo personalizzato comprensivo di tutti i costi e dei tempi per il prelievo e lo smaltimento dei rifiuti ingombranti.

Vedi anche  Smaltimento Rifiuti a Roma: servizio svolto dall'AMA

Come avviene il ritiro dei rifiuti ingombranti?

L’azienda specializzata nel ritiro di rifiuti discarica.it si occupa del ritiro, del trasporto e dello smaltimento di moltissime tipologie di rifiuti, compresi quelli ingombranti. Il ritiro avviene su appuntamento concordato con i responsabili dell’azienda. I tecnici di discarica.it sono del tutto autonomi e provvedono senza impegno per i dipendenti dell’azienda a prelevare i rifiuti ingombranti. Con i propri mezzi discarica.it trasporta quindi i rifiuti alla loro destinazione, dove vengono trattati e smaltiti a seconda della loro tipologia. Gli incaricati al prelievo e allo smaltimento provvedono anche a fornire all’azienda le bolle di trasporto e tutta la documentazione prevista dalla legge per la presa in carico e la gestione dei rifiuti.

I rifiuti ingombranti sono un tipo di prodotto che necessita di un corretto smaltimento perché si corre il rischio di inquinare in maniera pesante l’ambiente circostante. Infatti spesso quelli che sono considerati rifiuti ingombranti comprendono anche parti in materiali particolari che sono altamente inquinanti nel breve e nel lungo periodo. Scopriamo allora come fare per assicurarsi un corretto smaltimento di questa tipologia di rifiuto.

Che cosa si intende per rifiuti ingombranti?

Rifiuti ingombranti: come avviene il ritiro rifiuti ingombranti?Con il termine rifiuti ingombranti si intendono tutti quei prodotti da smaltire che hanno dimensioni notevoli e richiedono delle procedure di smaltimento particolari. Per tutti i profani sono rifiuti ingombranti prodotti come mobili, pneumatici, arredi di ogni tipo, persiane e tapparelle vecchie, valigie e così via. In pratica tutto quello che non entra in un normale cassonetto dei rifiuti.

Per gli addetti ai lavori, invece, sono rifiuti ingombranti tutti quelli che sono contraddistinti dal CER 200307. Il CER è il catalogo europeo dei rifiuti che classifica con un codice ogni tipo di rifiuto esistente. Ovviamente nel dubbio se un bene durevole dismesso rientri o meno nel novero dei rifiuti ingombranti, è bene fare riferimento alla normativa comunale o regionale vigente.

Non rientrano, invece, nei rifiuti ingombranti tutti quei prodotti che vengono classificati come RAEE ossia “Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche”. Questi devono essere affidati a specialisti del settore o conferiti nelle isole ecologiche.

Come si smaltiscono i rifiuti ingombranti?

Non è possibile  effettuare lo smaltimento rifiuti ingombranti in autonomia. Proprio per la loro natura – il termine ingombrante lo specifica bene – non possono essere inseriti nei classici cassonetti e quindi necessitano di procedure particolari. Molti enti permettono di conferire i rifiuti ingombranti nelle apposite isole ecologiche che per legge devono essere presenti in ogni comune.

Vedi anche  Sgombero Appartamenti e Sgomberi Locali

Questa soluzione, però, comporta un grande sforzo da parte di chi deve smaltire i rifiuti ingombranti in quanto occorre caricarli su un mezzo idonei, trasportarli fino all’isola ecologica e, infine, scaricarli per avviarli allo smaltimento. Esistono, però, ditte specializzate che si occupano di ritirare direttamente a domicilio ed effettuare lo smaltimento rifiuti ingombranti, così da sollevare il cliente da qualunque preoccupazione in merito. Per attivare il servizio basta semplicemente prenotare il ritiro al numero di telefono dedicato a questo servizio.

A chi rivolgersi per lo smaltimento dei rifiuti ingombranti?

Il sito Smaltimento-rifiuti.org permette alla propria utenza di poter prenotare il servizio di smaltimento dei rifiuti ingombranti con una semplice telefonata. Il servizio è attivo in tutto il territorio nazionale e per questo motivo la ditta è un punto di riferimento per tutti coloro sono interessati a smaltire correttamente i rifiuti ingombranti per non incorrere in pesanti sanzioni e per salvaguardare la salute dell’ambiente.

La ditta è sempre disponibile per qualsiasi richiesta di informazione e grazie alla sua grande competenza nel settore è in grado di offrire un servizio di altissima qualità a prezzi sempre molto convenienti. Il sito Smaltimento-rifiuti.org può offrire la sua consulenza per lo smaltimento di ogni tipo di rifiuto.

Quanto costa smaltire i rifiuti ingombranti?

Non è facile riuscire a quantificare il costo per lo smaltimento dei rifiuti ingombranti perché sono tanti i fattori che intervengono ad influire sul prezzo finale. Innanzitutto, infatti, uno dei fattori più importanti è la tipologia del rifiuto da smaltire. Un conto è occuparsi dello smaltimento di un divano vecchio, un altro è smaltire un frigorifero che contiene al suo interno circuiti elettrici che sono molto inquinanti.

Anche la quantità di rifiuti da smaltire indice molto sul prezzo: un’azienda che abitualmente deve disfarsi di rifiuti ingombranti sosterrà un costo unitario più basso proprio perché si accorda con la ditta di smaltimento per grandi volumi.

Il sistema più semplice per conoscere con esattezza la spesa da affrontare è quello di contattare la ditta e richiedere un preventivo gratuito e mai impegnativo per il servizio di smaltimento rifiuti ingombranti. Basta inserire pochi e semplici dati per avere in breve tempo un preventivo dettagliato e molto conveniente.

Chiudi il menu
chiama fai click
chiama
chiama gratis e senza impegno 800685168