Sacchi Raccolta Differenziata Colori

Sacchi raccolta differenziata: l’umido

sacchi differenziata 300x168 - Sacchi Raccolta Differenziata ColoriI sacchi per la raccolta differenziata non sono tutti uguali: come visto in questo precedente post, non sempre la scelta dei sacchetti per l’umido si rivela priva di insidie: va sempre tenuta a mente la distinzione tra materiali biodegradabili e materiali compostabili, ricordando che solo i secondi sono utilizzabili come sacchetti per l’umido. Anche acquistando i sacchetti al supermercato, è importante quindi verificare le indicazioni del produttore riguardanti il materiale e l’utilizzo dei sacchetti.

In linea generale, i sacchetti per l’umido sono semitrasparenti e di un colore leggermente verdastro. Proprio il colore del sacchetto è un elemento indicativo del suo corretto utilizzo. Purtroppo, non esiste una normativa nazionale univoca che abbini un colore ad ogni tipologia di rifiuto, tuttavia è possibile individuare le convenzioni più diffuse sul territorio.

Sacchi raccolta differenziata: ogni rifiuto ha il suo colore

  • Bianco o verde molto chiaro: E’ il colore dei sacchi per l’umido, che raccolgono tutti i rifiuti organici.
  • Giallo: E’ il colore dei sacchi per la raccolta differenziata della plastica, rigorosamente pulita.
  • Azzurro: E’ il colore dei sacchi per la carta e per il cartone, che possono essere riciclati soltanto se non plastificati e privi di residui di cibo.
  • Grigio: E’ il colore per i rifiuti inorganici e indifferenziata: qui vanno gettati tutti i rifiuti che non possono essere riciclati.

Sacchi raccolta differenziata: quali alternative?

A volte può capitare di essere a corto di sacchi per la raccolta differenziata, ma di dover comunque gettare dei rifiuti. In questi casi, è possibile sostituire i sacchi con dei contenitori che rispecchino comunque le caratteristiche del tipo di rifiuto da smaltire.

Questo significa che, nel caso della carta, il sacco preposto alla sua raccolta può essere sostituito con una borsa di carta, oppure una scatola di cartone, a condizione che il contenitore scelto non sia plastificato, non presenti parti realizzate con altri materiali e non sia sporco né di cibo né di altre sostanze che possono rendere difficoltoso il riciclo.

Allo stesso modo, anche i rifiuti in plastica possono essere gettati in borse dello stesso materiale, purché si abbia la certezza che le borse stesse siano realizzate in plastica riciclabile. In caso contrario non potranno essere utilizzate come contenitori ma dovranno essere smaltite in modo corretto.

Come visto, per quanto riguarda l’umido i sacchi potranno venire sostituiti unicamente da borse e contenitori che riportano chiare indicazioni riguardo al fatto che sono compostabili: se sono solo biodegradabili, invece, non sono adatti alla raccolta all’interno del contenitore dell’umido ma andranno raccolti separatamente.

Raccolta Differenziata Ufficio: come ottimizzarla?

La raccolta differenziata in ufficio è una buona pratica che richiede la partecipazione di tutti i lavoratori, ma che non deve rendere meno agevole il lavoro quotidiano. Per fare questo, dunque, è importante che i contenitori non costituiscano ingombro e, soprattutto, che siano disposti esattamente là dove servono.

raccolta differenziata in ufficio 300x300 - Raccolta Differenziata Ufficio: come ottimizzarla?Il posizionamento di un piccolo cestino per i rifiuti non differenziabili sotto ad ogni scrivania è una soluzione efficiente, ma che deve legarsi alla disposizione di più punti di raccolta anche per una comoda raccolta differenziata in ufficio.

Il concetto principale da tenere a mente, quando si sceglie la disposizione dei contenitori per la raccolta differenziata, è che più un’operazione verrà agevolata, più essa verrà svolta; più richiederà sforzo, meno si otterranno risultati.

Meglio, dunque, istituire punti di raccolta con contenitori dalle dimensioni ridotte presso ogni gruppo di scrivanie, anziché allestire grandi aree al piano. Numero e dimensioni dei bidoni andranno scelti valutando le esigenze delle specifiche aree di lavoro, per risposte mirate, più efficaci di quelle standard.

Quanti dei gesti quotidiani che compiamo ogni giorno sono quasi automatici per noi, e li eseguiamo sovrappensiero? Anche la raccolta differenziata in ufficio può rientrare in questa tipologia comportamentale, quando il gesto si trasforma in abitudine. Per facilitare la raccolta differenziata in ufficio, è importante fare in modo che essa sia istintiva e i contenitori immediatamente riconoscibili.

Di conseguenza, la soluzione più efficace è quella di scegliere contenitori per la raccolta differenziata in ufficio dai tratti distintivi: un colore per ogni tipo di rifiuto raccolto sarà la soluzione migliore per unire all’utilità anche un tocco di design. In questo caso, però, è importante ricordare di utilizzare gli stessi colori o simboli per tutte le isole ecologiche presenti in ufficio: in questo modo si creerà un codice univoco dal riconoscimento istintivo.

Cestino Spazzatura Design per Bar e Locali Pubblici

cestini design differenziata 300x300 - Cestino Spazzatura Design per Bar e Locali PubbliciAll’interno di bar e locali pubblici, i cestini per la differenziata rendono pratica ed efficace la separazione dei rifiuti.

Le molte varianti e soluzioni di design si offrono come risposta a qualsiasi esigenza di spazio e capienza, tramite strutture dal gusto moderno che possono integrarsi con qualsiasi forma di arredamento.

I cestini per la differenziata non devono essere nascosti: al contrario, costituiscono elementi di decoro dello spazio, per una separazione dei rifiuti agile e funzionale in ogni ambiente.

Come differenziare i rifiuti dei locali pubblici?

Le aziende che si occupano della raccolta dei rifiuti solidi urbani in genere pubblicano sul loro sito un elenco molto dettagliato di rifiuti e in quale cestino per la raccolta differenziata vanno inseriti, in modo da evitare errori e fraintendimenti.

Gli scontrini fiscali, ad esempio, non sono composti di carta riciclabile e vanno nel secco, mentre fazzolettini e carta da cucina sporca possono essere conferiti nell’umido.

I Comuni in genere, sui loro siti istituzionali, riprendono queste tabelle e consegnano alla popolazione calendari dettagliati su quando vengono effettuati i ritiri delle varie tipologie di rifiuti differenziati, in caso questi vengano prelevati porta a porta.

Le singole amministrazioni e gli enti locali stanno cercando, in tutta Italia, di promuovere sempre di più la raccolta differenziata e ogni singolo cittadino, nella propria casa, è chiamato a fare la sua parte cominciando dall’utilizzo dei cestini appositi.

Cestini Raccolta Differenziata da Ufficio

Cestini raccolta differenziata: la personalizzazione in ufficio

cestini raccolta differenziata design 300x123 - Cestini Raccolta Differenziata da UfficioLa corretta gestione dei rifiuti all’interno dell’ufficio richiede attenzione alla funzionalità e all’efficienza. I cestini per la raccolta differenziata in ufficio possono influire molto sui risultati raggiunti e devono essere scelti con attenzione: in questo modo potranno diventare non solo uno strumento di raccolta e gestione degli scarti, ma anche un efficace strumento di comunicazione.

I cestini, infatti, possono venire personalizzati nelle dimensioni e nelle scritte. La personalizzazione delle scritte permette di poter applicare su ogni cestino il proprio logo aziendale, mentre la possibilità di personalizzare le dimensioni si traduce nella messa a disposizione di soluzioni su misura adatte a incontrare le esigenze di qualsiasi ufficio o parte di esso.

Cestini raccolta differenziata in ufficio: isole o composizioni personalizzate

La possibilità di personalizzare la dimensione dei cestini per la raccolta differenziata in ufficio, si traduce nella possibilità di adottare soluzioni di design e, al contempo, estremamente funzionali.

cestini differenziata - Cestini Raccolta Differenziata da UfficioAl posto dei tradizionali punti di cestini raccolta differenziata ufficio raccolta caratterizzati da bidoni di uguali dimensioni, è possibile scegliere di posizionare bidoni dalle diverse misure, che possano far fronte alle specifiche esigenze di raccolta, evitando di occupare spazio non utilizzato e di avere a disposizione, di contro, contenitori troppo piccoli per alcuni tipi di rifiuto.

Ad esempio, in un ufficio può capitare che la produzione di scarti cartacei superi di gran lunga quella di scarti in materiali plastici: la scelta di bidoni di dimensioni differenti permetterà di ottimizzare la raccolta, pur andando a comporre delle mini isole caratterizzate da un design comune.

La funzionalità, in questo modo, si unisce all’estetica e lo stesso cestino per la raccolta dei rifiuti in ufficio diventa rappresentativo dell’efficienza dell’intera azienda.

Cestini dalle dimensioni personalizzabili permettono, in aggiunta, di poter progettare la disposizione dei diversi punti di raccolta con maggiore libertà, individuando le soluzioni più adatte alla raccolta e in grado di costituire minore ingombro.

Riciclo Tappi di Sughero: ecco come differenziarli

Riciclo tappi di sughero: sostenibili e 100% riciclabili

tappi di sughero recupero - Riciclo Tappi di Sughero: ecco come differenziarliDestinare al riciclo tappi di sughero permette di risparmiare risorse naturali ed energia, dando nuova vita ad un materiale che può essere al 100% recuperabile. Come riportato dal Consorzio Rilegno, ogni anno in Italia vengono immessi sul mercato 1 miliardo e 200 milioni di tappi di sughero: i numeri rivelano l’importanza di recuperare tale materiale per potergli donare nuova vita.

Le destinazioni d’uso del sughero riciclato sono molto vaste: dalla produzione di nuovi tappi all’impiego in campo edilizio, per la realizzazione di strati isolanti e fonoassorbenti che migliorano le prestazioni energetiche degli edifici, fino all’uso in ambito calzaturiero per la realizzazione di suole e tacchi per le scarpe.

A queste funzioni si aggiungono le molte possibilità di riciclo creativo che diverse aziende e piccoli artigiani stanno abbracciando negli ultimi anni: il sughero, se correttamente smaltito, può vivere milioni di vite.

Riciclo tappi di sughero: i consorzi per il recupero

Destinare al riciclo tappi di sughero utilizzati è semplice e a disposizione dei cittadini vi sono diverse opportunità. In molte città è possibile rivolgersi direttamente ai consorzi specializzati nel recupero e nel corretto smaltimento del sughero, concordando la consegna o il ritiro dei materiali a disposizione. Nelle aree nelle quali sono attivi progetti di recupero a cura di consorzi specializzati, è possibile inviare al riciclo tappi di sughero gettandoli in contenitori di raccolta esposti presso esercizi commerciali e luoghi pubblici.

Riciclo tappi di sughero: comode e pratiche alternative

Se sul territorio non sono presenti consorzi, per avviare al riciclo tappi di sughero è possibile informarsi riguardo le modalità di smaltimento presso la più vicina isola ecologica, dove effettuare direttamente la consegna dei tappi o degli altri oggetti in sughero da smaltire.

Se non vi è modo di smaltire il sughero in questo modo, è possibile mettere in atto una ulteriore accortezza che permetterà di evitare lo spreco del materiale. Anziché gettarlo nell’indifferenziato, se le quantità di sughero sono modeste, esso può essere smaltito insieme ai rifiuti organici, quindi gettato nel bidone dell’umido. In questo modo, il tappo in sughero si trasformerà in compost.